Archivio: Wireless

White spaces per la banda larga La sperimentazione a Torino

Il nuovo progetto di Poli.To per far arrivare la Rete anche nelle zone montane

Impiegare le frequenze inutilizzate dello spettro televisivo per il trasporto di reti wireless a banda larga in zone difficili da raggiungere con la rete. Questa l'ultima sfida del Politecnico di Torino che, assieme a Csp, sta sperimentando per la prima volta in Italia il possibile utilizzo dei White Spaces, ovvero delle frequenze parzialmente vuote lasciate dai broadcaster dopo il passaggio al Digitale terrestre. La Regione, attraverso Wi-Pie, il programma regionale di diffusione della banda larga in Piemonte, sostiene l'iniziativa per ridurre il digital divide, specialmente nelle aree montane.

Le nuove tecniche sono in sperimentazione nelle Valli di Lanzo, e in particolare in Val di Viù, dove è stato permesso al gruppo di ricerca di utilizzare le frequenze televisive di Rete Capri per estendere la connettività.  Questa nuova applicazione  permetterebbe di portareil Wifi in zone mai raggiunte da Internet, semplicemente riutilizzando strutture già esistenti.

 


Continua a leggere »


Venezia, la prima città con il Wifi per tutti

Venezia è la prima grande città italiana completamente wireless. Con un viaggio di due vaporetti lungo il Canal Grande, lo scorso 3 luglio è stato dato il via ufficiale all'offerta di connessione Wi Fi gratis a internet ai residenti.

Il "WiFi Day" ha visto giornalisti, testimonial e blogger sperimentare la connessione senza fili, grazie alla rete allestita dall'amministrazione comunale, che punta così ad attirare insediamenti e investimenti in tecnologia e a stimolare un rinnovamento della "macchina" organizzativa e burocratica.

Il vicesindaco Michele Vianello, ospite e "motore" dell'operazione, ha spiegato che sono già 10 mila i nuovi "cittadini digitali", che si sono iscritti attraverso internet e hanno ottenuto un nome utente e password per l'accesso. La più piccola iscritta ha 9 anni, la più anziana ne ha 94.

Gli "hotspot", necessari per la connessione wireless saranno localizzati, oltre che lungo il Canal Grande, nei campi veneziani, nei parchi pubblici della terraferma e nelle biblioteche civiche. A settembre partirà invece la gara di finanza di progetto per la copertura completa del territorio comunale con fibra ottica, per portare la banda larga in tutte le abitazioni e le imprese.

La home page del prestigioso Mit di Boston ha salutato il "Wifiday" che si è tenuto nella città lagunare: il Massachusetts Institute of Technology, una delle più prestigiose università al mondo, ha pubblicato sul proprio sito una immagine a tutta pagina del Canal Grande, nella quale rende noto il progetto "Locast Mit Mobile Experience Lab", un progetto di mappatura turistica on line della città che è stato avviato in occasione del WiFiDay. Il progetto del Mit, in collaborazione con la Rai, si basa su una piattaforma innovativa per la condivisione e la scoperta di contenuti multimediali locationbased che possono essere generati dagli utenti oppure d'autore, cioè tratti dagli archivi Rai.

 


Continua a leggere »


WiMax, un anno dopo

Viaggio per l'Italia alla ricerca di un bilancio dopo 12 mesi dall'assegnazione delle licenze. Da nord a sud, qualcosa si muove

L'ostacolo più grande non è tanto la frequenza, seppure i 3GHz non siano il massimo. E neppure la modalità di assegnazione o il costo delle licenze: questi sono "problemi" minori, nel senso che il costo non è stato neppure eccessivo secondo gli operatori coinvolti e per coprire le zone digital divise ci si riesce a mettere d'accordo. Il problema pare essere essenzialmente la burocrazia: così come accadde all'epoca dell'acquisizione dei siti per la telefonia mobile, qualche ritardo il WiMax l'ha accumulato proprio per via delle complicate procedure per l'ottenimento di tutti i permessi necessari a mettere in piedi le stazioni trasmittenti.

In ogni caso, confermano molti dei licenziatari, a 12 mesi di distanza il wireless a banda larga fa passi in avanti interessanti: c'è stato ancora qualche ritardo per via della tecnologia non ancora pienamente matura (ma che ora si avvia tranquillamente verso l'interoperabilità piena), ma la cosa sembra che proceda regolarmente. Lo conferma Abramo Volpi, direttore marketing di Aria, che spiega a Punto Informatico che questa è "una fase in cui tutti gli operatori stanno lavorando alacremente per implementare la rete e cominciare a testare e commercializzare i servizi".

Inoltre, prosegue, si inizia anche a "valutare la risposta del mercato rispetto al lancio di questi servizi e della tecnologia, che in Italia è declinata per tutti o quasi in un'offerta banda larga e servizi voce VoIP". Il risultato, anticipa Volpi, è piuttosto buono e al di sopra delle aspettative.

 


Continua a leggere »


INTERNET: DA OGGI WI-FI GRATIS NEI MCDONALD’S ITALIANI

Da oggi, oltre al classico hamburger, i ristoranti McDonald’s di tutta Italia offrono una rete wi-fi illimitata e gratuita per navigare in internet con il proprio computer portatile o col cellulare.

 

Il servizio è già attivo su 320 ristoranti e presto lo sarà in tutti i 390 presenti nel Paese, offrendo un’opportunità in più di avvicinarsi al web ovunque ci si trovi, rivolta a internauti incalliti e non.

 

Per connettersi è necessario effettuare una procedura di login inserendo i propri dati, fra cui il numero di un documento e del cellulare. L’utente riceve poi la password via sms e può utilizzarla in tutti i McDonald’s d’Italia. Già testata in alcuni ristoranti, l’iniziativa è stata apprezzata soprattutto da turisti stranieri, “cioé chi non aveva altri mezzi per connettersi” ha spiegato Roberto Masi, managing director di McDonald’s Italia, presentando le novità questa mattina a Milano.

 


Continua a leggere »


« Notizie meno recenti